MONDIALI SCHERMA: SCIABOLATRICI ORO!

Scherma, sciabolatrici d’oro. Gli spadisti chiudono quinti

Dopo l’oro del fioretto femminile a squadre, ecco quello delle azzurre della sciabola a centrare il massimo risultato. Fermati dalla Svizzera gli spadisti giù dal podio

25 LUGLIO 2017

SCIABOLA ORO FEMMINILEL’ottava medaglia dell’Italia ai Mondiali di Lipsia è il fantastico oro della sciabola femminile a squadre. Era la medaglia più attesa, dal 2003 le azzurre non salivano sul podio, è stata una fantastica cavalcata per Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Loreta Gulotta e Martina Criscio chiusa con un 45-27 sulla Sud Corea della campionessa olimpica del 2012, Kim Jiyeon.
«È un’emozione unica, l’avevo sognata e si è realizzata» il commento a caldo della Gregorio. «Abbiamo lavorato tanto per arrivare a quest’oro. Per me sono stati tre giorni intensi» le parole della livornese Vecchi, «ma se il bronzo nell’individuale è stato quasi inaspettato, questo è bello perché lo aspettavamo, ma quando sei favorita è più difficile».
«Avevo detto che avrei messo tutta la grinta che avevo» ha ricordato la siciliana delle Fiamme Gialle Loreta Gulotta visibilmente delusa dopo la prova individuale, mentre la foggiana Martina Criscio rivendica la sua sofferenza a bordo pedana pur riconoscendo che «sono state davvero bravissime». Soddisfatto il presidente della Fis Giorgio Scarso che ribadisce come «investire sui giovani alla lunga paga»
Le ragazze dopo il successo sul Messico nei quarti (45-30) hanno incrociato la Francia in semifinale. Salita in pedana con uno svantaggio di 37-40, Rossella Gregorio ha recuperato fino al 40-40 sulla diciannovenne francese Queroli e ha poi chiuso 45-42. Quarte a Rio l’anno scorso dopo una sconfitta contestatissima in semifinale con l’Ucraina, per le azzurre è il ritorno sul podio iridato 14 anni dopo l’oro del 2003 a L’Avana.
Fonte: La Gazzetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *